Dimensione Arte Il nostro angolo

Vincitori della 18esima edizione del Premio Libero Bizzarri

Giovedì 8 Dicembre 2011 si è svolta a S.Benedetto del Tronto la premiazione dei vincitori della 18esima edizione del Premio Libero Bizzarri per le arti cinematografiche; anche il nostro liceo è stato premiato nella sezione Mediaeducazione per il cortometraggio “Distrazione” realizzato dalla classe VG con la collaborazione di alcuni studenti delle classi VD e IVG nel 2011. Altri premi sono stati assegnati a: “Il silenzio di Pelesjan” di Pietro Marcello per la sezione Italiadoc, “Il mio mar rosso” di Flaminia Clementi per Pianetamaredoc, “Svasso maggiore. La vita nel lago” di Ezio Farina, Vittorio Fusco, Giuseppe Certone per la sezione Mediambiente, “This is my land..Hebron” di Giulia Amati e Stephen Natanson per la sezione Nothing Media. Per la stessa sezione hanno ricevuto la menzione speciale anche “Aicha è tornata” di Juan Martin Baigarria e “La meglio gioventù di Mostar” di Giuseppe Valente.

Uno studente, Lorenzo Biasi, con l’insegnante Sandra Cocchi ha partecipato alla cerimonia..ecco cosa ci ha raccontato!

“Dopo circa 5 ore di viaggio, sono arrivato a destinazione: San Benedetto del Tronto, scenario del prestigioso premio Libero Bizzarri. Ho raggiunto il Teatro Concordia, dove si sarebbe svolta la premiazione, attraverso il viale principale della città, battuta da un freddo vento di tramontana ma riscaldata dall’allegria delle luminarie e dell’affollato mercatino per la festa di Santa Lucia. Tra i video proiettati durante la cerimonia, ho soprattutto apprezzato il trailer del film Concerto italiano di Italo Moscati, vincitore del premio Libero Bizzarri 2011, e il backstage del Volo di Wim Wenders, (regia di Carlo Strata, produzione di Mario Baldanza). I membri della giuria per Mediaeducazione si sono complimentati con noi, e hanno mostrato di aver apprezzato il modo in cui abbiamo presentato la Corte veneziana della Comare. Al termine della premiazione, nella hall dell’albergo, abbiamo riconosciuto Pietro Marcello, e abbiamo parlato a lungo con lui di Venezia e di cinema. Il giorno seguente, dopo aver percorso la passeggiata delle palme, mi sono rimesso in viaggio per tornare a casa, felice dell’esperienza vissuta.”

Classe 5G