Accade da noi Il nostro angolo Recensioni

PER INCISO…

di Daniela Baroni, referente di BRUNOVOX

Il 31 maggio, alla Fondazione di Venezia, le studentesse universitarie Irene Tagliapietra e Alice Nardin hanno presentato al direttore Fabio Achilli, al suo staff, in particolare Giorgia Mimmo e Alessandra Trevisiol, a Leonardo Mello e Ilaria Pellanda (direttore responsabile e caporedattore della rivista VeneziaMusica e Dintorni) e ai docenti delle scuole coinvolte nel progetto di giornalismo giovanile Leggere la scrittura, 3°edizione, la rivista INCISO, laboratorio editoriale del Programma Scuola Attiva – maggio 2012.

Noi del Bruno abbiamo seguito gli incontri propedeutici, vere e proprie conferenze culturali e professionalizzanti tenute da esperti che ci hanno parlato di giornalismo (quali ruoli oggi?), grafica (come comunicare il messaggio?), marketing (come promuovere e piazzare il prodotto?), tendenze locali e performing arts.

Ispirandosi un po’ alla rivista ARTEFICI, frutto del laboratorio di scrittura della Fondazione di Venezia dell’anno precedente, Laura Berlinghieri e Teresa Vio, valenti studentesse di V G,  si sono dedicate alle performing arts sulla scena musicale e teatrale tra Mestre e Venezia, offrendoci una ricca messe di articoli che hanno costituito la vera novità del nostro giornalino d’Istituto online di quest’anno.

Irene, Alice e gli altri 18-20enni del progetto editoriale monitorato da Leonardo Mello e Ilaria Pellanda, invece, hanno fatto le cose in grande, rivendicando autonomia artistica e libertà di spaziare alla ricerca di una nuova identità mestrino-veneziana, per riflettere non solo sull’arte, ma sulla  realtà sociale o addirittura sull’essenza antropologico-culturale veneziana. Hanno fatto le cose per bene, curando il prodotto in tutti i suoi aspetti: dall’utilizzo di una grafica sorprendentemente semplice e convincente – rispetto alla grafica più tradizionale e ridondante del laboratorio ARTEFICI 2010-11 – all’aspetto commerciale che, generando beneficenza a favore del Centro Aurora della Fondazione Groggia, aiuterà a combattere il ritardo nello sviluppo intellettivo e le disarmonia evolutive dei fanciulli.