UNA CAMPIONESSA DI VITA

Alessandra Artusi/ novembre 1, 2016/ Il nostro angolo, Sport

clipboard01

di Elisa Costantino – V A classico

Il 4 marzo 1997 a Venezia nasce una bambina la cui vita avrà dell’incredibile. Si chiama Beatrice Vio, o meglio, Bebe. Questa ragazza dalla grinta e dalla determinazione indescrivibile all’età di undici anni è colpita da una meningite fulminante che le causa una necrosi di braccia e gambe; cosi è costretta a sottoporti all’amputazione parziale di tutti gli arti.
Lei però dimostra immediatamente la sua passione per la vita riprendendo sin da subito sia l’attività scolastica sia quella sportiva, la sua tanto amata scherma.
Nel 2009 i suoi genitori fondano un’associazione chiamata Art4sport che ha come scopo quello di integrare e dare la possibilità ai bambini amputati di praticare sport.
La carriera paralimpica di Bebe inizia molto presto, quando appena quattordicenne è già tedofora alle Olimpiadi di Londra 2012. Da quel momento la sua carriera spicca il volo.
Oltre ad aver vinto più volte il titolo di campionessa italia
na (2011,2012, 2013), ai campionati europei paralimpici di Londra 2014 vince due titoli continentali nel fioretto individuale e a squadre. L’anno successivo partecipa ai mondiali di Eger dove vince l’oro e conquista la vetta del mondo con grande gioia sua e di tutta l’Italia.
Recentemente, alle Paralimpiadi di Rio 2016, trionfa indiscutibilmente sulle avversarie conquistando il suo primo titolo a cinque cerchi nel fioretto individuale e il bronzo in quello a squadre.
Il grido di esultanza che compie dopo l’ultima scoccata che le assegna il titolo ci fa capire quanto questa ragazza ami la vita e quanta passione metta in tutto quello che fa.
La vita di Bebe sia ottimo strumento di riflessione. Quando la vita cambia in modo tragico da un giorno all’altro, non ci si deve lasciar abbattere ma è il momento di tirar fuori la grinta necessaria per affrontare le quotidiane sfide che la vita ci mette davanti. Noi giovani, spesso troppo spavaldi e orgogliosi, dobbiamo regalarci TEMPO per comprendere la vera essenza della vitae per farlo possiamo pensare a LEI, Bebe, campionessa di vita, alla sua forza di volontà e alle sue parole (rilasciate in un’intervista di Fabio Fazio a Che fuori tempo che fa su Rai tre): “Voglio mandare un messaggio ai giovani: credere nei vostri sogni. Io ho iniziato a credere a cinque anni e adesso i risultati son qui. Non vi fermate davanti a niente, andate avanti e vedrete che realizzerete tutti i vostri sogni”.

Share this Post