APRENDO LA MENTE IL MONDO È MIGLIORE

Sofia Palmeri/ Febbraio 11, 2019/ Accade da noi, Agorà, Il nostro angolo, Intercultura/ 0 comments

di Sofia Palmeri e Alice Mattesco, IVB classico.

Il rispetto per la donna è davvero così scontato?
Fino a poco tempo fa anche noi lo credevamo, ma recenti avvenimenti accaduti in classe ci hanno fatto riflettere.
Anche se nel mondo occidentale si ritiene scontato conoscere il significato della parola “femminismo”, un’ideologia che sostiene la parità economica, politica e sociale fra i sessi, da ciò che è emerso dalla nostra discussione si direbbe che non sono ancora chiari a tutti né il significato della parola ‘femminismo’, né il rispetto per le donne.
La “controparte” maschile della nostra classe, la IVB del Franchetti, ha affermato che il femminismo sostiene la superiorità della donna rispetto all’uomo, così ribadendo un “mito” diffuso molto anche nei social, che però è frutto di pura disinformazione.
Infatti, dopo un veloce controllo online, si sono dovuti ricredere; ma questo non li ha fermati dal continuare a sostenere che l’uso di questa parola è improprio, e hanno, piuttosto, posto il femminismo al pari del maschilismo, come qualcosa che non fa progredire la società, ma che anzi la fa regredire.
Infine ci hanno fatto riflettere a proposito di quanta ignoranza ci sia ancora in giro, soprattutto con una loro affermazione che dichiarava che noi ragazze vorremmo essere come loro ragazzi, e che nessun maschio desidera essere una femmina.
Le loro parole ci hanno lasciato sbigottite, non tanto per i toni usati, ma piuttosto per la mentalità estremamente chiusa che tende a persistere anche nelle nuove generazioni.
In un tempo dove il sapere è aperto a tutti, ci meravigliamo di fronte a certe affermazioni; ed abbiamo capito quanto gli antichi Greci avessero ragione, quando dicevano che con una buona educazione, non si poteva avere una mente chiusa.
Bisogna invece considerare inoltre che il femminismo ha “asfaltato la strada” anche ai diritti della comunità LGBT, al superamento del razzismo ed in generale al cambiamento della mentalità delle persone in positivo.
Perché, in fondo che cosa differenzia un uomo da una donna?
Che cosa rende una persona superiore rispetto ad un’altra?
Perché sembra così difficile metabolizzare l’idea che siamo tutti uguali?

Share this Post

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*