Archivi categoria: Studenti

21 marzo – Passeggiata musicale a Mestre

Il 21 marzo si celebra la Giornata Europea della Musica Antica organizzata dalla Rete Europea Musica Antica (REMA). Il repertorio musicale elaborato nel lunghissimo periodo dal Medio Evo agli inizi del XVIII secolo costituisce una parte importante del patrimonioeuropeo che va valorizzato ed eseguito anche al di fuori dei contesti specialistici e colti.

La Città di Venezia, in collaborazione con Europe Direct Venezia Veneto e con varie scuole e associazioni del territorio, promuove un’animazione nell’area tra Corso del Popolo e via Piave che comprende una “passeggiata musicale” attraverso brevi esecuzioni di brani musicali, curate da giovani artisti.Il percorso comincia alle 15 al Liceo Franchetti e prosegue con varie tappe fino all’ultima esecuzione con inizio alle 17.40.

Scaricare la locandina, per ulteriori informazioni.


 

Incontro di formazione e studio con il prof. SALVATORE SETTIS

Venerdì 15 marzo 10-12 aula magna liceo G.Bruno via baglioni, 26.

Incontro di formazione e studio con il prof. SALVATORE SETTIS

Educare alla tutela del paesaggio:
un obiettivo da perseguire come recita l’articolo 9 della Costituzione italiana

La lezione si svolgerà nell’aula magna del liceo dalle ore 10 alle ore 12.00.
———————————-

L’Italia può annoverare tra i suoi accademici personalità di altissimo profilo internazionale e dalle capacità non comuni, tra queste vi è senza dubbio Salvatore Settis . Il suo curriculum parla da solo. Tra i suoi interessi la tutela del paesaggio, che ha affrontato in Paesaggio Costituzione cemento. La battaglia per l’ambiente contro il degrado civile (2010). In questi giorni insieme al Prof.Tomaso Montanari sta concludendo la redazione di un manuale per i Licei, in cui Storia dell’arte e del paesaggio si incrociano attraverso un approccio innovativo, mirato a riportare l’attenzione sull’articolo 9 della Costituzione italiana, dove si fa riferimento alla promozione della cultura e ricerca scientifica e alla tutela del patrimonio storico-artistico italiano. In tal senso la lezione non solo costituirà un momento culturale formativo ma si configurerà anche come un’occasione di educazione alla cittadinanza.

Biografia: archeologo e storico dell’arte. ha diretto il “Getty Center for the History of Art and the Humanities” di Los Angeles e la Normale di Pisa. E’ Presidente del Consiglio Scientifico del Louvre. Tra i suoi libri ricordiamo Italia S.p.A., 2002; Futuro del “classico”, 2004; Paesaggio, Costituzione cemento, 2010; Azione popolare, 2012; Se Venezia Muore, 2014.


 

NUOVA REDAZIONE GIORNALINO

BF – La voce del Bruno-Franchetti

Redazione Giornalino 2019

Coordinatore progetto: prof. Giuseppina Carestiato

  • Docente referente area umanistica: prof. Enrica Semenzato
  • Docente referente area scientifica: prof. Giuseppe Gurnari

Coordinatore tecnico: dott. Giorgio Ruffa

Organigramma

Direttore editoriale: Daiana Padeanu

Vicedirettore: Emilio Dalla Torre

REDAZIONE:

  • Barnaba Bevilacqua
  • Sofia Carangelo
  • Fujia Hossain
  • Giovanna Longobardi
  • Alice Mattesco
  • Alice Montagner
  • Sofia Palmieri
  • Margherita Parisi
  • Samuele Rampini
  • Giulia Angela Ricci
  • Nicholas Tagliapietra
  • Silvia Tanzi

LEGGICI SU:

http://giornalino.istitutobrunofranchetti.edu.it

Scrivere per collaborare, o per altre richieste, a:

giornalino@istitutobrunofranchetti.edu.it


 

STUDENTI DEL BRUNO SOTTO LO STESSO CIELO DEL KENYA

Noi studenti del liceo scientifico Giordano Bruno (parte dell’Istituto Bruno-Franchetti di Mestre) siamo felici di presentare a tutti Waiteria EdahIdakule e Cherono Ashley Chelangat, le ragazze del Kenya che sosterremo a distanza grazie a una donazione che abbiamo potuto versare con parte dell’incasso raccolto dalla vendita delle magliette e felpe della nostra scuola.

Con 624 euro (312 euro a testa), tramite la ong AVSI, potremo permettere a Waiteria e Cherono di affrontare le spese necessarie per andare a scuola per un anno.

Le nostre due “amiche a distanza” hanno rispettivamente 13 anni e 14 anni, vivono a Nairobi in un contesto di estrema povertà.

Come suggerisce AVSI, con la proposta del sostegno a distanza, anche noi crediamo che l’educazione e l’istruzione siano i due strumenti principali attravrso i quali i giovani come noi, in Paesi in via di sviluppo, possano avere una chance per diventare protagonisti della loro vita, prenderla in mano e contribuie allo sviluppo personale e delle loro comunità e dei loro Paesi.

Ma con questa donazione noi non aiutiamo solo loro: noi facciamo qualcosa di importante per noi qui ora.

Adempiamo allo scopo che anche noi studenti di questa scuola abbiamo, ovvero quello di diventare persone compiute, protagoniste, capaci di costruire un paese migliore.

Ci rendiamo conto che il gesto che compiamo non cambierà il destino di tutto il mondo, ma oltr che essere un gesto pratico, concreto e non solo fatto di parole,è anche simbolo dei valori che vogliamo veicolare tra noi studenti.

Vogliamo documentare che ci interessano gli altri, i ragazzi come noi che vivono dall’altra parte del mondo e che benchéabbiano  il nostro stesso desiderio di vita, di felicità, di riuscita, spesso rischiano di vedersi negata la possibilità di realizzarlo.

Noi non vogliamo voltarci dall’altra parte e fermarci al nostro privilegio di vivere nella parte ricca del mondo.

Noi vogliamo condividere, vogliamo dire a waiteria e cheron che ci interessano, che noi potremmo essere loro, che noi stiamo dalla loro parte, che il loro destino è anche il nostro.

L’indifferenza non ci appartiene. Ci interessa la rivoluzione dei gesti piccoli, ma capaci di attraversare il mondo.

Samuele Rampini

BF SOLIDALE : ATTIVITA’ IN OSPEDALE-IMPORTANTE

Mercoledì 5 dicembre dalle ore 14.45 fino alle 16.30 sede Bruno incontro con il dott. Franco Del Piccolo responsabile del reparto di riabilitazione cardiologica del Policlinico San Marco : Le malattie cardiovascolari . 

Alla fine dell’incontro sarà possibile per gli alunni che non hanno partecipato all’incontro di venerdì 23 novembre, ricevere informazioni indispensabili per svolgere l’attività presso i reparti ospedalieri. E’ ovvio che questa parte è per loro OBBLIGATORIA.

la referente

prof. Gruarin