REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE MINUTE SPESE

(ART. 34 D.I. 44/2001)

APPROVATO DAL COMMISSARIO STRAORDINARIO IN DATA 16/11/2013 VERBALE N. 4 DELIBERA N. 28

Art. 1 – Contenuto regolamento

Il presente regolamento disciplina le modalità di utilizzo delle minute spese relative all’acquisizione di beni e servizi occorrenti al buon funzionamento dell’istituzione scolastica ai sensi dell’art. 17 del D.I. 44/2001.

Art. 2 – Competenze del Dsga in ordine alla gestione del fondo delle minute spese

Le attività negoziali inerenti la gestione delle minute spese sono di competenza del Direttore dei servizi generali e amministrativi ai sensi dell’art. 32 2° comma del D.I. 44/2001.

Per tali attività non sussiste l’obbligo di acquisizione del codice identificativo di gara (CIG) e del DURC (documento unico regolarità contributiva).

Art 3 – Costituzione del fondo delle minute spese

  1. L’ammontare del fondo delle minute spese è stabilito per ciascun esercizio finanziaria con delibera del Consiglio di Istituto.
  2. Tale fondo, all’inizio dell’esercizio, è anticipato al Dsga, con mandato in partita di giro, con imputazione all’Aggregato A01 Funzionamento amministrativo generale.
  3. Il Dsga provvede con l’utilizzo del fondo al pagamento delle minute spese entro il limite massimo, per ciascun importo, di € 80,00.

Art. 4 – Utilizzo del fondo delle minute spese

A carico del fondo minute spese il Dsga può eseguire i pagamenti relativi alle seguenti spese:

  • spese postali
  • spese telegrafiche
  • carte e valori bollati
  • spese di registro e contrattuali
  • abbonamenti a periodici e riviste di aggiornamento professionale
  • minute spese di funzionamento degli uffici, della didattica, e di gestione del patrimonio dell’istituzione scolastica;
  • imposte e tasse ed altri diritti erariali nei casi in cui non sia possibile attivare la procedura di pagamento ordinaria senza incorrere nell’interesse di mora;
  • minute spese di cancelleria;
  • minute spese per materiali di pulizia
  • spese per piccole riparazioni e manutenzione di mobili e di locali
  • altre piccole spese di carattere occasionale che presuppongono l’urgenza il cui pagamento per contanti si renda opportuno e conveniente.

Art. 5 – Pagamento delle minute spese

I pagamenti delle minute spese sono ordinati con buoni di pagamento numerati progressivamente

e firmati dal Dsga.

Ai buoni di pagamento devono essere allegate le giustifiche delle spese: fattura, scontrino fiscale, ricevuta di pagamento su c/c/postale, ricevuta di bonifico bancario, etc.

Il buono di pagamento deve essere sottoscritto dal creditore.

Art. 6 – Reintegro del fondo minute spese

Durante l’esercizio finanziario, fondo minute spese è reintegrabile.

La reintegrazione, che può essere totale o parziale, avviene con mandati emessi all’ordine del Dsga e da questi debitamente quietanzati. I mandati sono tratti sugli aggregati di pertinenza secondo la natura della spesa effettuata.

Art. 7 – Scritture economiali

Il Dsga deve impiantare il registro delle minute spese e contabilizzare cronologicamente tutte le operazioni di cassa eseguite.

Nella registrazione va specificato il progetto e/o attività al quale la spesa e il conto/sottoconto è collegato.

Art. 8 – Chiusura del fondo minute spese

Alla chiusura dell’esercizio la somma messa a disposizione del Dsga rimasta inutilizzata deve essere a cura dello stesso, con una riversale, versata in conto partite di giro delle entrate assegnandola all’Aggr. A01 Funzionamento amministrato generale.

Art. 9 – Controlli

Il servizio relativo alla gestione delle minute spese è soggetto a verifiche da parte del Dirigente Scolastico e dei Revisori dei Conti.

Art. 10 – Altre disposizioni

Per quanto non previsto dal presente regolamento si fa espresso riferimento al D.I. 44/2001 ed alla normativa vigente in materia.